03/02/13

Zello Walkie Talkie con canali pubblici aperti

A volte l'idea geniale, diversa da Badoo, che nessuno aveva pensato, può provenire dalle vecchie apparecchiature della tecnologia inventate nelle prime ore, così come si usa dire.
Cercare un modello innovativo a tutti i costi, qualcosa di mai visto, è l'aspirazione più ambita da uno sviluppatore di programmi con canali aperti, ma un esempio come Zello Walkie Talkie conferma la tesi dell'originalità a portata di mano se si sa guardare bene indietro nel tempo.
Non è mai garantita l'assoluta riuscita fino a quando c'è la voglia di provare, perché il tentativo di una messa in opera accompagnata dalla giusta rete di diffusione può portare i frutti sperati se c'è un reale interesse, altrimenti la bravura sta nella previsione di un possibile fallimmento come accade ad un normale imprenditore che sperimenta le vie del successo.

La società di Austin, nel Texas, ha unito la logica del sistema push-to-talk dell'App per smartphone e PC con i canali pubblici aperti al dialogo.
Per chiarire di cosa si tratta, spiego che si preme il pulsante di Zello per parlare e l'avvio è in stile passo e chiudo come si faceva con la storica e famosacoppia di radio ricetrasmittente progettata dalla Motorola nel 1940.

coppia di radio

Le caratteristiche, ovviamente, vanno aggiornate alle esigenze dei mezzi di comunicazione contemporanei con le conversazioni veloci e senza vedersi in faccia di persona, riflettendo sul potenziale dell'alternativa divertente per non confrontarsi economicamente in perdita rispetto agli strumenti di una chiamata video, obiettivamente più efficaci per la completezza multimediale.

La curiosità per vincere l'indifferenza derivante dalla moltitudine di nuove uscite mensili, deve nascere in modo spontaneo dal semplice svago del dialogo e lo schema insolito delle attuali generazioni che non hanno vissuto il gioco con il palmare portatile va a favore della simpatica visione.

Cos'è che rende preziosa l'intuizione del Walkie Talkie di Zello? Credo fermamente nella positività del richiamo alle memorabili stanze delle chat, emulate dai canali pubblici aperti o privati con password, suddivisi in popolari e nuovi, mentre quelli in Broadcast sono in solo ascolto.
Le tematiche degli argomenti si creano a piacere e il massimo degli utenti supportati per ogni gruppo è fissato ad un limite di 100 unità.

La cronologia vocale conserva le discussioni registrate e come sempre consiglio di fare attenzione a misurare ciò che si dice (o si scrive nel caso di altre piattaforme simili), per non rischiare di subire brutti scherzi.

Le cuffie sono facoltative poiché il microfono interno e l'altoparlante esterno funzionano bene con la regolazione del volume, tranne se il discorso è strettamente riservato e va bene il supporto degli auricolari per evitare di allontanarsi troppo dai vicini.

La qualità audio della voce è alta e il tasto PTT a me non si è mai bloccato nonostante qualche critica che ho visto nei commenti sui canali pubblici che sono aperti. Forse ha ragione qualcuno sul consumo eccessivo della batteria, però c'è da considerare il lavoro straordinario sopportato dal software e i miglioramenti continui messi in campo dai tecnici dietro i suggerimenti ricevuti.

Il rilevamento della posizione con l'integrazione delle cartine italiane come Google Maps farebbe l'invidia di alcuni nomi dei colleghi come la chat di Badoo, ma non è detto che in futuro non sia prevista un'espansione su molti termini per arricchire l'offerta.

Per le opinioni di Zello Walkie Talkie, mi affido spesso ai messaggi nella versione per Android, ma è meraviglioso poter riportare la notizie della disponibilità su tutte le frequenze, per rimanere in tema, quindi l'applicazione c'è anche per BlackBerry, per computer Windows (manca il sistema operativo Mac) e chiaramente si trova sul classico iTunes.

Insomma, è palese l'utilità del prodotto descritto? Vorrei evitare l'insoddisfazione di chi non ha capito quali vantaggi ha l'installazione.
Rispondo con poche parole. Si risparmiano soldi per le chiamate ed è divertente.
Avvaloro, inoltre, la presenza dei canali di Zello Walkie Talkie come punto di riferimento per lasciarsi andare alle conversazioni.

30/01/13

MeetMe stringere amicizia con Kik Messenger

Gli sviluppatori sono differenti, ma vedendo un riferimento accentuato sulla pagina del primo, ho deciso di metterli insieme.
Con Kik Messenger e MeetMe conosci nuove persone per stringere amicizia, come recita lo slogan nella descrizione che appare sui due principali canali per installare le App e la grafica della versione ufficiale per PC rimanda subito e senza nascondere tanto l'orientamento al famoso precursore che trattiamo di norma qui, cioè Badoo.it nel suo splendore.
Non credo sia un mistero, infatti, leggo nei commenti le frasi degli utenti che lo definiscono una copia snella con meno fake.

La valutazione media è piuttosto alta, anche se tra le lamentele avverto la mancanza di determinate funzioni che potrebbero arricchire l'offerta complessiva, però va detto che la proposta si completa con l'abbinamento al programma citato da approfondire a breve.
Il fatto che ci siano pochi italiani su MeetMe chat si può dedurre in anteprima dalla traduzione del testo di presentazione, non proprio corretto nella forma grammaticale.
Vi confesso la mia tranquillità nell'apprendere un dato simile, perché la reazione non mi meraviglia e mi fa pensare a una maggiore libertà con gli iscritti provenienti dall'estero.

La geolocalizzazione è il punto forte di Kik Messenger per stringere amicizia e la propensione su questo tema è evidenziata dal continuo ripetersi dell'invito orientato nella direzione degli incontri con chi sta vicino.
Insomma, giro in lungo e in largo tra le novità e alla fine noto che il cambiamento non è radicale rispetto al vecchio e caro modello del caposcuola.
Non interpretate le parole con facile fraintendimento, giacché sono contento lo stesso quando trovo un luogo molto animato dal divertimento e con la partecipazione che si conta sul numero tondo che arriva a decine di milioni come con MeetMe chat.
Ogni software che riesce a muovere le grandi masse, merita la giusta ammirazione di chi opera nel campo e dei semplici fruitori.

meetme chat

Per stringere amicizia con la ricerca, è utile associare l'uso di Kik Messenger, altrimenti i vantaggi e gli sforzi per raggiungere lo scopo in mente, si vanificano nel nulla.
Con allarmante frequenza ci soffermiamo sulla classica nomenclatura degli elenchi formati dai soliti consigli come nel caso di WhatsApp o Topface, ma nutro la convinzione di fare un tentativo per riuscire ad aprire la mente di chi sembra già stanco da giovane e portarlo a provare quante più alternative possibili.
Esistono tante scelte diverse e focalizzare una cerchia ristretta di titoli tramandati per esperienza degli altri è davvero un limite da superare culturalmente.

La velocità per comunicare è uno dei fattori esaltati nella premessa di MeetMe e il termine affidabilità viene spesso fuori per definire lo scambio di messaggi dalla spedizione alla consegna, passando per la lettura con le notifiche puntuali per sapere in quale momento il mittente o il destinatario entrano in contatto.

Il nome utente su Kik Messenger garantisce il perfetto anonimato poiché la connessione non avviene utilizzando il numero telefonico prelevato dalla rubrica. Si inventa uno pseudonimo, si registra e da quell'istante in poi comparirà assicurando una vita controllata in pace.

Kik Messenger

Nelle opinioni, ad esempio, mi hanno ricordato un'idea importante da trasmettere.
Se hai un modello di cellulare incompatibile con i concorrenti blasonati, puoi tentare altre strade come questa, pur accettando il rischio di trovare meno tipi visto che sono attirati dalle opzioni più commerciali.
Se non sai l'ID del nickname degli amici di Kik Messenger, è praticamente impossibile socializzare, ma vedo che sulla bacheca di ogni pagina dedicata alle impressioni del pubblico, ha origine la rapida diffusione di indirizzi per allargare la lista privata.

Le occasioni non mancano e collegando le due risorse della recensione (soprattutto MeetMee) con quelle nuove e adattabili, il potenziale cresce fino a rimanere abbastanza soddisfatti.

19/01/13

Tango Video Chiamata con avatar e filtri

Su internet sono stati fatti passi da gigante anche con l'uso dei filtri di Tango per la video chiamata e con il distacco avvenuto dal web, vissuto unicamente al pc fisso con gli avatar e ora orientato verso gli smartphone, la prospettiva di emergere si è ampliata per molti aspiranti successori dei classici leader affermati fino ad ora.
La prova certificata sta nell'evoluzione delle connessioni fuori casa e i social media aiutano tanto a destare la crescente curiosità nei confronti degli aggiornamenti diventati indispensabili per chi vive sotto la lente dell'occhio di un grande fratello inteso come un contenitore dove si legge perennemente vita e miracoli dei contatti.
L'applicazione Tango Video Chiamata si è fatta spazio innegabilmente con il supporto di una semplice installazione da quel ricco catalogo di novità di un market che riesce a far salire la notorietà di uno sviluppatore sicuramente per le sue doti in particolari come gli avatar e i filtri, pur senza dimenticare il valore intrinseco e fondamentale per far giungere un nome a quel florido punto della classifica.
E' inutile raccontarsi favole, perché se manca l'interesse generale delle persone, nessuno si distingue, ma ciò che desidero rafforzare nella logica è il potenziale che si accumula quando il volo comincia a prendere nell'elenco più visibile di Google Play per Android e di iTunes per i clienti Apple, ovvero i due incontrastati marchi aziendali che detengono il potere quasi assoluto dei software per cellulare.

Download per giocare

L'uso principale di Tango Video Chiamata è quello di parlare con gli avatar e il programma mette in comunicazione persino un gruppo di filtri e condivisione più ampio del solito tu ed io di Badoo, grazie al download per giocare. C'è evidentemente un team più aperto alle innovazioni e capace di arrivare ad alcune considerazioni purtroppo ignote ad altri.
La parte relativa al divertimento dei giochi è una breve opzione di cambiamento inaspettato dalla matrice chiara, comunque da apprezzare per la ventata di freschezza nell'abilità di mostrare la bravura di attirare una platea più vasta di destinatari.

Chi utilizza maggiormente un prodotto di questo tipo? Penso agli studenti che stanno all'Università lontani dalla famiglia e dagli amici comuni che hanno l'esigenza di vedersi almeno una volta alla settimana tramite lo schermo e cos'è meglio di una creazione così simpatica con i filtri.
Oltre all'avatar, si può personalizzare l'aspetto della finestra con la rosa degli sfondi inclusi ed evitare di ricorrere ai plugin esterni e spesso non autorizzati che richiedono altrove.
I messaggi di testo non sono mai noiosi e prevedibili, infatti esistono le animazioni ritenute essenziali per marcare l'espressione delle frasi in assenza dei movimenti del viso da guardare. I pacchetti delle sorprese si trovano nella scheda delle offerte speciali e siete liberi di accettare o meno l'adesione, con una decisione autonoma di usufruire dei vantaggi aggiuntivi.

In diverse opinioni ho appreso più entusiasmo su Tango Video Chiamata rispetto a Skype per il motivo da attribuire alla funzionalità che va bene attraverso il collegamento dei numeri di telefono, allontanando la necessità, quasi come un obbligo, di creare un account.
Le recensioni lodavano pure le prestazioni con la velocità della spedizione dei documenti comparata a Vibez, però il senso della critica lo lascio a voi, scrivendo che nei miei tentativi di test, si sente e si vede con un'ottima risoluzione.

tango video chiamata

Adesso sposto l'argomento dalla cornetta alla grafica. Si possono impostare le immagini degli avatar per ogni faccia al fine di migliorare la qualità con il gusto piacevole dei particolari che incidono sulle scelte di carattere emotivo.
I filtri non sono supportati da tutte le versioni della video chiamata di Tango, quindi conviene adattare la propria con la meno obsoleta in modo da bloccare qualcuno poco affidabile per la ricezione sicura e non improvvisata. Inoltre, per non fermarsi al 3G e 4G o Wi-Fi, generalmente concepiti per il Mobile, mi sembra corretto consigliare l'esperimento di gradimento anche sul Laptop e con il Personal Computer tradizionale con sistema operativo Windows.